AstronautiCAST 09×08 – Baciare un asteroide

INTRO
#astronauticast il nostro hashtag ufficiale su Twitter/Google+

NEWS
ESA & NASA: Il modulo di servizio di Orion pronto per i test
JAXA: Il flyby con la Terra di Hayabusa 2
Settore privato: Trovato in Cornovaglia un frammento del Falcon 9
ESA: LISA Pathfinder, lancio avvenuto

INTERLUDIO
Grazie a tutti quelli che ci supportano (… e ci sopportano)
Questua

RUBRICHE
Le storie di Nonno Apollo: Le prime sonde ad effettuare touchdown planetari più o meno riusciti

LINK DELLA SETTIMANA
Sito: Line Of Sight
Video: Meet R5:Valkyrie
Gallery: Lisa Pathfinder Flickr Gallery
Approfondimento: Le elusive onde Gravitazionali di Marco Casolino (Scientificast)

Immagine in evidenza
(C) BBC

In redazione
Michael Sacchi
Marco Zambianchi
Paolo Amoroso
Riccardo Rossi

Sigle e musiche di accompagnamento
Kevin MacLeod – Ouroboros
Kevin MacLeod – Pamgaea

2 Risposte

  1. Andrea ha detto:

    ciao ragazzi, come al solito siete fantastici e ho a cuore Astronauticast.
    Il feedback che voglio darvi, riguarda la durata dei podcast (che io vedo su youtube), infatti un podcast di 1 ora e 15 min è eccessivo.
    Realmente non riesco mai a trovare il tempo per ascoltare l’intera puntata, inoltre questa durata non è dovuta a l’enorme quantità di notizie discusse ma a una perdita di tempo generale, con tempi morti e discorsi inutili e poco attinenti.
    Infatti i contenuti trattati potrebbero essere esplicati in un podcast da 30min massimo. IL mio pensiero è generale, non si riferisce a questa puntata ma alle intere stagioni.
    Grazie mille per il servizio che svolgete, spero che la mia opinione possa farvi crescere e che vi sia utile.

  2. Marco Zambianchi ha detto:

    Grazie del tuo commento Andrea! E’ sempre utile ottenere feedback dai nostri ascoltatori. E’ senz’altro vero che potremmo condensare AstronautiCAST in metà del tempo rispetto alla durata media di ogni episodio. La nostra idea però è quella di non trasformare AstronautiCAST in una sorta di radiogiornale, ma di lasciar trasparire, insieme alle notizie, anche la buona amicizia e affiatamento che lega gli speaker.
    Ogni tanto naturalmente ci facciamo prendere la mano, e per quelle volte in cui ti abbiamo un pò annoiato, ci scusiamo 🙂